AVVISO PUBBLICO MISURA “NIDI GRATIS” ANNO 2022

DELIBERAZIONE DI GIUNTA REGIONALE N. 6/22 DEL 25/02/2022

Data di pubblicazione:
18 Maggio 2022
AVVISO PUBBLICO MISURA “NIDI GRATIS” ANNO 2022

AVVISO PUBBLICO MISURA “NIDI GRATIS”ANNO 2022

DELIBERAZIONE DI GIUNTA REGIONALE N. 6/22 DEL 25/02/2022
 

 

PREMESSA

La Regione Sardegna ha avviato un programma sperimentale, finalizzato a garantire a tutte le famiglie la soddisfazione dei bisogni di conciliazione vita lavoro, sostenendo l'accesso ai servizi per la prima infanzia tramite l'abbattimento della retta per la frequenza in nidi e micronidi pubblici o privati, anche se non acquistati in convenzione dal Comune, come disposto all'art. 7, comma 11, della L.R. n. 30/2020.

 

1.  NORME DI RIFERIMENTO

Art. 4, comma 8, lettera a), legge regionale 6 dicembre 2019 n. 20, art. 7, commi 7 e 11, legge regionale 15 dicembre 2020 n. 30. - Deliberazione di Giunta Regionale N. 6/22 del 25.02.2022

 

2. REQUISITI DI AMMISSIONE AL CONTRIBUTO

I destinatari del presente programma sono i nuclei familiari, anche mono-genitoriali, ivi comprese le famiglie di fatto che possono presentare la domanda “Bonus nidi gratis” per l’anno educativo 2021/2022, per accedere ai contributi per l’abbattimento della retta per la frequenza in nidi e micronidi pubblici o privati, acquistati in convenzione dai Comuni per la misura “Nidi gratis” (ai sensi dell’art. 4, comma 8, della L.R. n. 20/2019 e s.m.i). I destinatari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

- avere almeno uno o più figli fiscalmente a carico, di età compresa tra zero e tre anni (due anni e 365 giorni), anche in adozione o affido;

- avere presentato all’Inps l’ISEE calcolato ai sensi dell’articolo 7 del D.P.C.M. n. 159/2013, per le prestazioni rivolte ai minorenni nel nucleo familiare. L’indicatore che verrà preso a riferimento per il calcolo dell’importo della prestazione spettante è quello del minore relativamente al quale è stato richiesto il beneficio; qualora alla data di scadenza dell’Avviso non fosse possibile per la famiglia disporre dell’importo esatto dell’ISEE in corso di validità, la stessa potrà autodichiarare che il valore non supera il tetto massimo previsto di euro 40.000. Il Comune riceverà comunque le domande ammettendole “con riserva” e considerando quale fascia di contributo quella prevista tra i 30.000 e i 40.000
euro. Qualora in sede di verifica dell’autodichiarazione l’ISEE dichiarato dovesse risultare superiore al massimo previsto, si procederà al rigetto dell’istanza o alla revoca del finanziamento;
- avere presentato la domanda Bonus Nidi INPS (di cui all’articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i.) dalle cui risultanze sia rilevabile l’effettiva idoneità e l’ammontare del bonus suddetto. Qualora, alla data di scadenza dell’Avviso non fosse possibile per la famiglia attestare l’idoneità e il relativo contributo del Bonus nidi INPS, il comune riceverà ugualmente la domanda “con riserva” e la inserirà in graduatoria, assegnando il massimale previsto, parametrato allo scaglione ISEE. Il comune provvederà alla conservazione delle risorse assegnate fino alla successiva attestazione di idoneità che la famiglia dovrà integrare. All’effettiva rilevazione del contributo INPS, il comune erogherà un
importo a copertura della quota rimanente della retta entro il massimale. In caso di diniego di idoneità si procederà allo scorrimento della graduatoria

 

3. SERVIZI AMMISSIBILI

Si considerano ammissibili i servizi per la prima infanzia che rispondono alla necessità di favorire la conciliazione famiglia-lavoro dei genitori e a sostenere le capacità di apprendimento e la socializzazione dei bambini.

I servizi finanziabili dalla misura Bonus Nidi gratis 2022 comprendono nidi, micronidi, sezioni primavera, nidi domiciliari e nidi aziendali, pubblici o privati acquistati in convenzione dai Comuni o privati non in convenzione. Non sono ricompresi i servizi di genitore accogliente e i centri estivi.

I servizi oggetto del finanziamento potranno essere:

1) a titolarità pubblica con gestione diretta;

2) a titolarità pubblica con gestione in appalto;

3) a titolarità privata in regime di convenzionamento col pubblico (servizi privati autorizzati al funzionamento e convenzionati)

4) a titolarità privata in diretto rapporto con il mercato (servizi privati autorizzati al funzionamento).

 

4. MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E SCADENZA

La domanda di contributo “Bonus nidi gratis 2022” deve essere sottoscritta da entrambi i genitori; in
caso di unico richiedente si dovrà dichiarare di aver effettuato la richiesta in osservanza delle
disposizioni sulla responsabilità genitoriale, 

La domanda deve essere presentata al Comune dove viene erogato il servizio, mediante le modalità ed entro i termini dallo stesso Comune stabiliti.

La domanda deve essere presentata preferibilmente per via telematica, all’indirizzo pec protocollo.trinitadagultu@legalmail.it unitamente a scansione del documento di identità del richiedente, ovvero in forma cartacea al protocollo generale del comune di Trinità d’Agultu e Vignola .

Sono aperte due finestre temporali differenti, una per il primo semestre dell’anno e una per il secondo, in base alla data di iscrizione del bambino al nido. Il criterio di priorità è dunque sia economico che temporale.

La scadenza per la presentazione delle domande è la seguente:

1° apertura 2022 -  entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 29 luglio 2022

2° apertura 2022 -  entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 09 dicembre 2022

 

5. MISURA E ATTRIBUZIONE DEL CONTRIBUTO

Il contributo è cumulabile con le agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati, di cui alla circolare n. 27 del 14.2.2020 della Direzione Centrale dell’INPS (bonus asili nido), confermata nei termini e nelle misure anche per l’annualità 2022, ed è riconosciuto ai nuclei familiari il cui ISEE non superi euro 40.000,00 secondo i seguenti massimali:

- € 2.200,00 ripartiti in 11 mensilità da € 200.00, per gli importi ISEE tra € 0 e 30.000,00;

- € 1.833,37 ripartiti in 11 mensilità da 166,67, per gli importi ISEE tra € 30.000,01 e 40.000,00.

La misura del contributo è così calcolata:

Importo retta meno Bonus INPS asili nido = Contributo RAS Bonus nidi gratis,

fino a copertura dell’importo della retta ed entro i massimali di cui al precedente periodo.

Sono rimborsabili i costi dei servizi riferiti al periodo compreso tra il 1.1.2022 e il 31.12.2022 per un massimo di 11 mensilità.

Viene riconosciuta per l’intero importo la quota di iscrizione, sia che essa venga pagata in un’unica soluzione sia che venga rateizzata associandola alla retta mensile.

L’intervento non preclude l’accesso ad altre misure di sostegno alla conciliazione lavoro – famiglia (ad es. Servizi per il baby sitting) e può essere richiesto per ogni minore del nucleo al di sotto dei tre anni

 

6. GESTIONE DELLA MISURA “NIDI GRATIS”

Il Comune riceve ed istruisce le domande dei nuclei familiari, verifica il possesso dei requisiti, l’autocertificazione del pagamento della retta e le disposizioni di pagamento mensile del bonus Inps asili nido, definisce e approva le graduatorie degli aventi diritto con l’importo spettante, ordinate in base al valore ISEE (in caso di parità di ISEE, sarà valutato come requisito aggiuntivo il numero di figli fiscalmente a carico).

Poiché il criterio di priorità è sia economico che temporale, i nuclei familiari che abbiano presentato la domanda per il primo periodo e che vogliano mantenere il contributo anche per il secondo, dovranno riconfermare l’interesse al beneficio, conservando così il diritto maturato nella graduatoria in essere.

Le risorse non utilizzate per gli aventi diritto della prima graduatoria vengono destinate a favore degli aventi diritto della graduatoria del secondo periodo.

Pertanto, si procederà nel seguente modo:

1. al finanziamento dei beneficiari della prima graduatoria;

2. al finanziamento dei beneficiari della seconda graduatoria una volta soddisfatti i beneficiari della prima e fino alla disponibilità dei fondi.

La presenza in graduatoria non dà diritto all’erogazione dei finanziamenti che sono assegnati ai
beneficiari fino a capienza delle risorse finanziarie. Eventuali economie sono comunicate alle Direzione generale delle Politiche Sociali e potranno essere riutilizzate per l’acquisto dei servizi indicati nella L.R. n. 17 del 22.11.2021.

 

7. CONTROLLI

I Comuni dovranno effettuare controlli a campione tesi a verificare la veridicità delle dichiarazioni rese e le spese effettivamente sostenute, per un minimo del 5% delle domande pervenute.

 

8. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Il Responsabile del Procedimento è individuato nella persona della Dott.ssa Giovanna Maria Muntoni.

 

9. PUBBLICITÀ

Il presente avviso è pubblicato unitamente al modello di domanda, all’Albo Pretorio online e nella homepage del sito istituzionale del Comune di Trinità D’Agultu e Vignola dal giorno 19/05/2022.

 

Per maggiori informazioni rivolgersi a:

Ufficio Servizi Sociali del Comune di Trinità d’Agultu e Vignola.

Telefono CENTRALINO 079/610990

Interno SERVIZI SOCIALI 079/6109905-13

Pec: protocollo.trinitadagultu@legalmail.it

Mail: servizisociali@comuneditrinita.it

 

 

10. INFORMATIVA PRIVACY  REG. UE N. 679/2016

Il Comune di Trinità d’Agultu e Vignola, in qualità di titolare del trattamento, tratterà i dati personali conferiti con modalità prevalentemente informatiche e telematiche, per l'esecuzione dei propri compiti di interesse pubblico o comunque connessi all'esercizio dei propri pubblici poteri, ivi incluse le finalità di archiviazione, di ricerca storica e di analisi per scopi statistici. I dati saranno trattati per tutto il tempo necessario alla conclusione del procedimento-processo o allo svolgimento del servizio-attività richiesta e, successivamente alla conclusione del procedimento-processo o cessazione del servizio-attività, i dati saranno conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.

I dati saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori del titolare e potranno essere comunicati ai soggetti espressamente designati come responsabili del trattamento.

Al di fuori di queste ipotesi i dati non saranno comunicati a terzi né diffusi, se non nei casi specificamente previsti dal diritto nazionale o dell'Unione europea.

Gli interessati hanno il diritto di chiedere al titolare del trattamento l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e seguenti del R.G.P.D.).

Gli interessati, ricorrendone i presupposti, hanno, altresì, il diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo (Garante Privacy) secondo le procedure previste.

A tal fine si comunica che il titolare del trattamento è il Comune di Trinità d’Agultu e Vignola , con sede legale invi Sassari n. 27 -  PEC: protocollo.trinitadagultu@legalmail.it

 

11. DISPOSIZIONI FINALI

Nel caso in cui dovessero essere emanate nuove disposizioni in merito alla misura oggetto del presente avviso, il comune di Trinità d’Agultu e Vignola è legittimato ad integrare l'avviso stesso e chiedere integrazioni anche a coloro che hanno già presentato l'autocertificazione.


Il Responsabile del Servizio
Dott.ssa Giovanna Maria Muntoni

Ultimo aggiornamento

Lunedi 30 Maggio 2022