•AVVISO PUBBLICO• ATTIVAZIONE DI MISURE DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE - CANONI DI LOCAZIONE E UTENZE DOMESTICHE

Dalla data odierna fino al 20/10/2022 ore 11:00 è possibile presentare le domande

Data di pubblicazione:
22 Settembre 2022
•AVVISO PUBBLICO• ATTIVAZIONE DI MISURE DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE - CANONI DI LOCAZIONE E UTENZE DOMESTICHE

AVVISO PUBBLICO

 

OGGETTO: ATTIVAZIONE DI MISURE DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE - CANONI DI LOCAZIONE E UTENZE DOMESTICHE ART. 53 D.L. N. 73 DEL 25/05/2021.

 

IL REPONSABILE DEL SERVIZIO RENDE NOTO CHE:

 

Dalla data odierna fino al 20/10/2022 ore 11.00, in attuazione dell’articolo 53 del d.l. n. 73 del 25/05/2021 e del d.m. 24/6/2021, in funzione delle disponibilità di risorse per le finalità in argomento, sono aperti i termini per l’assegnazione di misure di sostegno alle famiglie in favore di cittadini in stato di bisogno. Il provvedimento estende il novero degli interventi di aiuto nel campo alimentare e dei generi di prima necessità, a quelli di sostegno nel pagamento delle utenze e dei canoni di locazione. Per ottenere i suddetti benefici è necessario presentare apposita domanda al proprio Comune di residenza ed essere in possesso di un’Attestazione I.S.E.E. (ordinario o corrente), in corso di validità, non superiore ad € 25.000,00, copie dei contratti per utenze domestiche e relative bollette, copie dei contratti di locazione e relative ricevute di pagamento. Nei casi di soggetti richiedenti, che siano in debito con i pagamenti delle utenze del Comune di Trinità D’Agultu e Vignola, verrà destinata d’ufficio parte del contributo spettante per tali finalità.

 

 

ART. 1 REQUISITI GENERALI DI ACCESSO.

  1. Residenza nel Comune di Trinità D’Agultu e Vignola;
  2. Per nucleo familiare si intende quello risultante all’Anagrafe Comunale
  3. Essere in stato di bisogno economico sia direttamente o indirettamente riconducibile agli effetti derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19;
  4. Presentazione attestazione valore ISEE in corso di validità per un valore massimo di € 25.000
  5. Non svolgere ciascun componente il nucleo familiare qualsiasi e qualsivoglia attività lavorativa in violazione delle norme fiscali e contributive

 

ART.2 ULTERIORI REQUISITI:

  1. Possedere fatture/bollette non pagate per utenza domestiche relativamente al periodo dello stato di emergenza  Covid19 (dal 04/04/2020 al 04/04/2022);
  2. Rimborso una tantum per il canone di locazione relativamente al periodo dello stato di emergenza  Covid19 (dal 04/04/2020 al 04/04/2022);
  • Essere titolare di un contratto di locazione ad uso abitativo primario, regolarmente registrato
    relativo ad immobile adibito ad abitazione principale e corrispondente alla residenza
    anagrafica del nucleo familiare con l’esclusione di immobili appartenenti alle seguenti
    categorie catastali: A1 (abitazioni signorili), A8 (ville), A9 (palazzi con pregi artistici e
    signorili).
  • Corrispondere un canone di locazione ad uso abitativo primario per l’immobile adibito ad
    abitazione principale e corrispondente alla residenza anagrafica del nucleo familiare.
  • NON essere sottoposto a procedure di rilascio per morosità dell’immobile adibito ad
    abitazione principale e corrispondente alla residenza anagrafica del nucleo familiare.
  • NON sono ammessi i contratti di locazione ad uso abitativo secondario (seconda casa).
  • NON avere la titolarità per ognuno dei componenti il nucleo familiare di diritti di proprietà o usufrutto, di uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, fatto
    salvo il caso in cui l’alloggio sia accatastato come inagibile oppure esista un provvedimento che dichiari l’inagibilità ovvero l’inabitabilità dell’alloggio anche temporanea.

     


 

Il requisito di non titolarità non si applica quando i componenti del nucleo familiare siano titolari di diritti di proprietà o usufrutto, di uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare ma rientrino in una delle seguenti fattispecie: essere coniuge legalmente separato o divorziato o genitore naturale che, a seguito di provvedimento dell’Autorità giudiziaria, non ha la disponibilità dell’alloggio familiare; essere contitolare parziale e comunque non superiore al 50% e non avere la disponibilità dell’alloggio.
 

 

ART.3 CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO:

Il contributo economico teorico erogabile a ciascun richiedente per sé e per tutti i componenti del proprio nucleo familiare nei limiti delle risorse disponibili, è una tantum e non è ripetibile.

 

 

  • CANONE DI LOCAZIONE E UTENZE DOMESTICHE:
  • Il contributo teorico erogabile per il pagamento del canone di locazione e delle utenze domestiche è determinato sulla base entità e tipologia del nucleo familiare ed è calcolato in base ad alcuni parametri che attribuiscono un punteggio totale al nucleo richiedente, come di seguito specificato:

     

    FASCIA:

     

    FASCIA

    DA €

    A €

    PUNTEGGIO

    I° fascia

    0,00

    5.000,00

    5

    II° fascia

    5.000,01

    10.000,00

    4

    III° fascia

    10.000,01

    15.000,00

    3

    IV° fascia

    15.000,01

    25.000,00

    2

     

    CASI PARTICOLARI:

     

    FASCIA

    TIPOLOGIA NUCLEO

    PUNTEGGIO

    I° fascia

    Presenza di minori

    10

    II° fascia

    Presenza di disabili certificati

    10

     

     

    ATTENZIONE:

    In caso di minori o disabili verranno assegnati 10 punti indipendentemente dal fatto che siano presenti uno o più minori o uno o più disabili, il punteggio di 20 punti viene assegnato per la particolare situazione del nucleo (esempio: nucleo con 2 minori e 1 disabile avrà un punteggio totale di 20 punti per particolari situazioni).


    Il punteggio globale darà luogo all’attribuzione di una differente percentuale di erogazione del
    beneficio, definita come segue:

     

     

    PUNTEGGIO TOTALE

    % CONTRIBUTO EROGABILE

    Uguale a 25

    100%

    Tra 24 e 20

    90%

    Tra 20 e 15

    80%

    Tra 14 e 10

    70%

    Tra 10 e 5

    60%

    Tra 4 e 2

    30%



     

Nell’assegnazione delle risorse, in caso di parità del punteggio totale, verrà considerato il valore ISEE più basso. Qualora si registrasse un numero di domande superiore all‘ effettiva disponibilità economica concessa, al fine di poter venire incontro alle esigenze di più richiedenti possibili, il SSC si riserva di ridurre proporzionalmente il sussidio tra i casi segnalati.

 

 

  1. BUONO SPESA:

 

Con il buono spesa potranno essere acquistati prodotti delle seguenti categorie merceologiche:

  • Prodotti alimentari e bevande analcoliche;
  • Prodotti per la pulizia della casa;
  • Prodotti per l’igiene personale;
  • tutti quei prodotti rientranti nella definizione di “beni di prima necessità”.

 

Al momento dell’acquisto, l’esercente procederà al ritiro del buono allegando allo stesso copia dello scontrino emesso, i quali saranno consegnati dall’esercente stesso, direttamente all’Ufficio Servizi Sociali per il pagamento spettante.

 

CONDIZIONI DEL BUONO:

  • NON sono utilizzabili per l’acquisto di alcolici, tabacchi, giochi, lotterie e prodotti non rientranti fra i beni di prima necessità;
  • È personale e pertanto non cedibile a terzi;
  • Non è commercializzabile né convertibile in denaro;
  • È cartaceo, viene riconosciuto e consegnato esclusivamente dal Servizio Sociale Comunale con firma e timbro del Responsabile del Servizio Sociale e firma per presa visione del beneficiario, prodotto in duplice copia.
  • È spendibile esclusivamente presso l’esercente accreditato dal Comune e indicato sul Buono Spesa erogato.

 

Si sottolinea l’importanza di non contraffare il buono consegnato. A tal riguardo saranno svolti seri controlli con conseguenti responsabilità penali sul possessore del buono.

 

ART.4 CRITERI DÌ CALCOLO:

Il contributo teorico erogabile per il Buono spesa è determinato sulla base dell’entità e tipologia del nucleo familiare ed
è calcolato in base ad alcuni parametri che attribuiscono un punteggio totale al nucleo richiedente, come di seguito specificato:

 

 

FASCIA:

 

FASCIA

DA €

A €

PUNTEGGIO

BUONO UNA TANTUM €

I° fascia

0,00

5.000,00

5

€ 650,00

II° fascia

5.000,01

10.000,00

4

€ 550,00

III° fascia

10.000,01

15.000,00

3

€ 450,00

IV° fascia

15.000,01

25.000,00

2

€ 300,00

 

ART. 5 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda può essere presentata sia direttamente presso l’ufficio dei servizi sociali del Comune di Trinità D’Agultu e Vignola  secondo il seguente orario : 09:00 – 13:00, che tramite il format on line pubblicato sul sito istituzionale del all’indirizzo email protocollo.trinitadagultu@legalmail.it
Le domande pervenute con qualsiasi altra forma e prive dei dati richiesti sono irricevibili.

Le domande pervenute incomplete sono improcedibili.
L’ufficio dei Servizi Sociali del Comune di Trinità D’Agultu e Vignola è sollevato da ogni e qualsiasi responsabilità in caso di mal funzionamento degli strumenti informatici del richiedente.

La domanda deve contenere tutte le informazioni richieste nell’apposito modulo allegato.
Il Comune di Trinità D’Agultu e Vignola effettuerà la verifica dell’attestazione ISEE ordinario o corrente nei casi previsti direttamente sul portale INPS.
La perdita anche di uno solo degli ulteriori requisiti per l’ammissione deve essere tempestivamente comunicata al Comune di Trinità D’Agultu e Vignola.

L’istruttoria è effettuata “a sportello” in ordine di protocollazione delle domande;
L’ufficio dei Servizi Sociali del Comune di Trinità D’Agultu e Vignola si riserva di aggiornare i criteri per l’individuazione dei beneficiari sulla base di un monitoraggio dei richiedenti e delle risorse disponibili.

Ai sensi dell’articolo 15 del D.Lgs. 431/98, gli elenchi degli aventi diritto al contributo, così come tutte le dichiarazioni, possono essere inviati alla Guardia di Finanza competente per territorio; le dichiarazioni non veritiere sono trasmesse all’Autorità giudiziaria competente. Tutte le comunicazioni inerenti il procedimento sia istruttorie sia conclusive avvengono tramite comunicazioni  email, oppure lettere iscritte inviate con protocollo.
Il mancato conferimento esatto del numero telefonico e dell’indirizzo email e di ricevimento comunicazioni comporta l’improcedibilità della domanda.

 

ART.6 DOMANDA ISTRUTTORIA:

I soggetti interessati dovranno far pervenire apposita istanza debitamente firmata con allegata copia del documento di identità (in caso di disabili allegare anche il verbale di riconoscimento della situazione di handicap) e della documentazione richiesta dal bando. Potrà essere presentata una sola domanda per nucleo familiare con l’indicazione di un unica tipologia di misura di sostegno richiesta. Il modulo di domanda è scaribile dal sito internet del Comune di Trinità D’Agultu e Vignola, gli utenti interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali.

Il Servizio Sociale provvederà ad effettuare l’istruttoria al fine dell’ammissione delle domande inoltrate riservandosi di chiedere informazioni o chiarimenti al richiedente ovvero di effettuare verifiche in ordine alla completezza, alla regolarità e alla veridicità delle dichiarazioni ed a stilare apposita graduatoria che sarà resa pubblica sul sito del Comune.

L’ufficio dei Servizi Sociali del Comune di Trinità D’Agultu e Vignola comunica la conclusione del procedimento entro 60 giorni decorrenti dall’ultimo giorno di pubblicazione.

 

ART.7 EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO.

Le somme attribuite per gli interventi di aiuto nel campo alimentare e dei generi di prima necessità verranno trasferite al beneficiario mediante la consegna di buoni cartacei. Per quanto riguarda i benefici legati al pagamento dei canoni di locazione e per il pagamento delle utenze domestiche, invece, si provvederà ad erogarli esclusivamente tramite accredito sul conto corrente bancario o postale o su una carta alla quale è associato un Codice IBAN, intestata al richiedente indicato nella domanda.

 

ART 8. TRATTAMENTO DATI PERSONALI:

I dati personali forniti nell'istanza e nella documentazione ad essa allegata, nel rispetto delle disposizioni vigenti, saranno trattati e utilizzati per i fini connessi all’espletamento della procedura in oggetto e per i fini Istituzionali dal Comune di Trinità D’Agultu e Vignola.

Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria in quanto indispensabile per l'espletamento delle procedure richieste. Il rifiuto del conferimento dei dati oppure la mancata indicazione di alcuni di essi potrà comportare l'annullamento del procedimento per impossibilità a realizzare l'istruttoria. Il trattamento dei dati sarà effettuato con l'ausilio di mezzi informatici e potranno essere comunicati agli altri soggetti coinvolti nella gestione del procedimento e a quelli demandati all'effettuazione dei controlli previsti dalla vigente normativa. I dati conferiti, saranno trattati dall’Amministrazione per il periodo necessario allo svolgimento dell’attività amministrativa correlata e conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.  Al di fuori delle ipotesi sopra richiamate, i dati non saranno comunicati a terzi né diffusi.
 

 

ART.9 CONTROLLI SULLA VERIDICITA’ DELLE DICHIARAZIONI RESE:

L’Amministrazione Comunale si riserva la possibilità di procedere al controllo della veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazione ed atti di notorietà rese, per le quali il Comune potrà chiedere, in qualsiasi momento, l’esibizione di ogni documentazione utile alla dimostrazione dei requisiti dichiarati nell’istanza di ammissione al contributo, anche avvalendosi della collaborazione delle autorità competenti in materia.

 

ART. 10 NORME FINALI

Avverso il presente avviso potrà essere proposto ricorso giurisdizionale al TAR Sardegna entro 60 giorni decorrenti dall’ultimo giorno di pubblicazione, oppure, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dall’ultimo giorno di pubblicazione.
Il Responsabile del Procedimento per l’istruttoria delle domande è individuato nella posizione organizzativa della Dr.ssa Giovanna Maria Muntoni responsabile dell’ufficio dei "Servizi Sociali” del Comune di Trinità D’Agultu e Vignola.

 

INFORMAZIONI:
Per informazioni in merito al presente Avviso rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali, telefono 079/610905-13; email servizisociali@comuneditrinita.it.

 

 

 

 

 

La Responsabile del Servizio

Socio Assistenziale e Scolastico

Dott.ssa Giovanna Maria Muntoni.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 26 Settembre 2022