Immagine non trovata

Con decorrenza dal 18.05.2020 e fino al giorno 28.05.2020 sono aperti i termini per la presentazione delle istanze finalizzate a concorrere all’assegnazione dei contributi a valere sul programma interventi “aiuti de minimis” – per lo sviluppo e la ripartenza di iniziative imprenditoriali finalizzate al rilancio dell’occupazione.

La concessione delle agevolazioni avviene sulla base della posizione assunta dai richiedenti nella graduatoria di merito, seguendo l’ordine decrescente, dalla prima fino all’esaurimento dei fondi disponibili.

Gli “aiuti de minimis” sono disciplinati dal Regolamento CE n. 1998/2006, entrato in vigore il 1° gennaio 2007 e pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea L. 379 del 28/12/2006.

Gli “aiuti de minimis”, sono quelli che non eccedendo l’importo di € 200.000,00 (€ 100.000,00 per le imprese del settore del trasporto su strada) nell’arco di tre esercizi finanziari non incidono sugli scambi tra gli Stati membri, non falsano né minacciano di falsare la concorrenza e pertanto non sono soggetti all’obbligo della preventiva notifica alla commissione Europea.

Tali massimali si applicano a prescindere dalla forma dell’aiuto “de minimis” o dall’obiettivo perseguito ed indipendentemente dal fatto che l’aiuto concesso dallo Stato membro sia finanziato interamente o parzialmente con risorse di origine comunitaria.

La regola “de minimis” lascia impregiudicata la possibilità che le imprese ricevano, anche per lo stesso progetto, aiuti di Stato autorizzati dalla Commissione o rientranti in un regolamento di esenzione per categoria.

I contributi concessi con il presente bando, in nessun caso, potranno essere cumulati con altri contributi regionali, nazionali e comunitari, destinati all’acquisizione del medesimo bene e/o servizio.

 

Per maggiori informazioni consulta tutti i documenti in allegato.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 18 Maggio 2020