ORDINANZA DEL SINDACO N. 9 DEL 26-06-2021

Proroga Ordinanza N.8 del 16-06-2021 recante misure locali di restrizione e contenimento del rischio di diffusione del virus Covid-19

Data:
26 Giugno 2021
Immagine non trovata

Ordinanza n.  09 del 26.06.2021

 

OGGETTO:  PROROGA ORDINANZA N. 8 DEL 16.06.2021 RECANTE MISURE LOCALI DI RESTRIZIONE E CONTENIMENTO DEL RISCHIO DI DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID-19, AI SENSI DELL'ART. 32, COMMA 3, DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1978, N. 833 IN MATERIA DI IGIENE E SANITÀ PUBBLICA E AI SENSI DELL'ART. 50 D. LGS. 267/2000

 

IL SINDACO

 

RICHIAMATA la propria Ordinanza n. 8 del 16.06.2021 recante misure locali di restrizione e contenimento del rischio di diffusione del virus covid-19, ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica e ai sensi dell'art. 50 d. lgs. 267/2000 fino al 27.06.2021;

 

CONSIDERATO che i dati relativi all’entità del focolaio, benché sotto stretto controllo e costante monitoraggio da parte di ATS, suggeriscono la necessità di prorogare gli effetti dell’ordinanza sopra citata fino al giorno 30.06.2021;

 

EVIDENZIATO che tale misura discende dal principio di precauzione e dalle indicazioni tecnico-scientifiche delle Autorità Sanitarie al fine di tutelare la salute dei cittadini e salvaguardare la ripresa economica in concomitanza con l’avvio della stagione turistica;

 

VISTI:

- il decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante «Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19» e, in particolare, l’articolo 3;

- il D.P.C.M. 23.02.2020 contenente “Disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n.6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;

- il D.P.C.M. 25.02.2020 contenente “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19;

- il D.P.C.M. 1.03.2020 contenente “Misure urgenti di contenimento del contagio da COVID- 19;

- il D.P.C.M. 4.03.2020 contenente “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto- Legge 23 febbraio 2020 n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;

- il D.P.C.M. 8.03.2020 contenente “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto- Legge 23 febbraio 2020 n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19;

- il D.P.C.M. 9.03.2020 contenente “Ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020 n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale;

- il D.P.C.M. 11.03.2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;

- l’ordinanza del Ministro della salute del 20 marzo 2020 recante «Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale » pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 73 del 20 marzo 2020;

- l’ordinanza del Ministro dell’interno e del Ministro della salute del 22 marzo 2020 recante «Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale»;

- il D.P.C.M. 22 marzo 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale“;

- La dichiarazione dell'OMS del 30 gennaio con la quale ha dichiarato l'epidemia da COVID-19 un'emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale per poi con l’ultima dichiarazione dell'11 marzo definirla come "situazione pandemica”;

- il D.P.C.M. 01 aprile 2020 contenente la proroga delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale;

- il D.P.C.M. 10 aprile 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale”;

- il D.P.C.M. 26 aprile 2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;

- il D.L. n. 125/2020, convertito, con modificazioni, dalla Legge 27/11/2020, n. 159, recante “Misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID”;

- la delibera del Consiglio dei Ministri del 13 gennaio 2021, recante “Proroga dello stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;  - il D.L. 12 febbraio 2021, n. 12, recante Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID-19; -il D.L. 23 Febbraio 2021, n. 15, recante “Ulteriori disposizioni urgenti in materia di spostamenti sul territorio nazionale per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”;

- il decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30 e il DPCM 2 marzo 2021 che hanno disposto l’applicazione di misure restrittive per il contenimento del contagio da COVID-19;

 

RICHIAMATE, altresì, le ordinanze contingibili e urgenti del Presidente della Regione Sardegna, ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica;

 

RICHIAMATI:

- l’Ordinanza del Ministero della Salute del 16.08.2020;

- la Circolare del Ministero della Salute prot. n. 3787 del 31.01.2021, avente per oggetto “Aggiornamento sulla diffusione a livello globale delle nuove varianti SARS-CoV-2, valutazione del rischio e misure di controllo”;

- la circolare del Ministero della Salute, Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria, prot. n. 0006251- 17/02/2021-DGPRE-DGPRE-P;

 

RICHIAMATO il D.Lgs. n. 267/2000 in particolare l'art. 50 del suddetto decreto, comma 5°, a mente del quale “In particolare, in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal Sindaco, quale rappresentante della comunità locale”;

 

Tutto ciò premesso e considerato,

ORDINA

 

Sono prorogati al 30.06.2021 gli effetti dell’Ordinanza n. 8 del 16.06.2021 recante misure locali di restrizione e contenimento del rischio di diffusione del virus covid-19, ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica e ai sensi dell'art. 50 d. lgs. 267/2000;

 

Fino al 30.06.2021 non è pertanto consentita la libera circolazione delle persone dalle ore 23.30 alle ore 05.00, salvo i comprovati casi di salute, lavoro, necessità ed urgenza;

 

Tale prescrizione non si applica ai soggetti provenienti da altra sede che transitino nel territorio comunale per

raggiungere altre destinazioni;

RIBADISCE

Che le presenti misure hanno  scopo precauzionale per tutelare la salute dei cittadini e salvaguardare la ripresa economica in concomitanza con l’avvio della stagione turistica.

 

Resta obbligatorio l'utilizzo della mascherina, l’igienizzazione delle mani, il rispetto del distanziamento

interpersonale di almeno un metro e con divieto assoluto di assembramento;

 

Raccomanda vivamente la popolazione ad adottare tutti quei comportamenti responsabili nel rispetto delle restrizioni e a collaborare con le istituzioni evitando qualsiasi occasione di assembramento e rischio di diffusione del coronavirus, al fine di poter ristabilire le normali condizioni sanitarie;

 

È vietato alle persone positive e/o in quarantena di lasciare la propria abitazione;

 

I trasgressori saranno perseguibili a termini di legge con l’applicazione di sanzioni amministrative e con il deferimento all’autorità giudiziaria trattandosi di reati penalmente rilevanti.

 

DISPONE

che le misure stabilite nel presente provvedimento abbiano efficacia dal momento della sua pubblicazione sul sito web del Comune, fatto salvo il potere di adottare altri provvedimenti integrativi o modificativi del presente, nonché fatta salva l’insorgenza di situazioni determinanti differente valutazione degli interessi pubblici e conseguente revisione dei provvedimenti in essere;

 

DISPONE, ALTRESÌ,

che il presente provvedimento venga trasmesso  a ciascuno degli indirizzi per quanto di propria competenza:

All’Ufficio di Polizia Locale - sede

Al Comando Compagnia Stazione Carabinieri Valledoria

Al Comando Stazione Carabinieri di Trinità d’Agultu

Al Signor Prefetto di Sassari

Ai Signori Sindaci dei Comuni limitrofi

All’Assessore Regionale dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza Sociale

Al Servizio Igiene e Sanità Pubblica ATS di Olbia

Alla Compagnia Barracellare di Trinità d’Agultu

 

INFORMA

Il mancato rispetto delle misure di cui alla presente Ordinanza è sanzionato secondo quanto previsto dall’articolo 2 del d.l. 33/2020 e dall’articolo 4 del D.L. 19/2020 e sopra menzionato;

 

AVVERTE

che contro la presente Ordinanza gli interessati possono proporre:

- ricorso al TAR entro 60 gg. ovvero

- ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 gg. tutti decorrenti dalla data di notificazione o dalla piena conoscenza del presente provvedimento.

 

Trinità d’Agultu, lì 26.06.2021                                                             IL SINDACO

                                                                                                                        Giampiero Carta

                                                              Documento firmato digitalmente ai sensi dell'art. 24 del CAD 82/2005

Ultimo aggiornamento

Martedi 29 Giugno 2021